Come ottenere le qualificazioni Cloud

Il Piano Triennale per l'informatica nella PA 2017-2019 e le Circolari AgID n. 2 e n. 3 del 9 aprile 2018 forniscono il quadro di riferimento e regolamentano la qualificazione delle infrastrutture Cloud (CSP) e dei servizi di tipo IaaS, PaaS e SaaS erogabili sul Cloud della PA.
Tutte le informazioni sul Cloud della PA e le Circolari AgID contenenti le regole da seguire al fine di ottenere la qualificazione come Cloud Service Provider sono disponibili sul sito https://cloud.italia.it.
I fornitori Cloud, siano essi soggetti privati che Pubbliche Amministrazioni, che intendono erogare servizi IaaS, PaaS e SaaS destinati alle Pubbliche Amministrazioni devono preventivamente sottoporre tali servizi alla qualificazione di AgID utilizzando la presente piattaforma dedicata. E' possibile richiedere:

La qualificazione CSP consente di erogare alle PA servizi di tipo IaaS e PaaS. Il fornitore che intende erogare servizi SaaS dovrà indicare, in sede di qualificazione, l'infrastruttura qualificata o i servizi qualificati su cui è basato il proprio SaaS. Se il fornitore intende erogare i servizi SaaS attraverso la propria infrastruttura Cloud dovrà risultare egli stesso tra i CSP qualificati. A decorrere dal 20 novembre 2018, le Amministrazioni Pubbliche potranno acquisire esclusivamente servizi IaaS, PaaS e SaaS qualificati da AgID e pubblicati nel Cloud Marketplace.
L'utilizzo della piattaforma di qualificazione avviene esclusivamente tramite autenticazione SPID. La procedura guidata richiede di inserire le informazioni e di produrre la documentazione di cui agli allegati tecnici delle Circolari. La piattaforma permette di trasmettere per via telematica la richiesta di qualificazione ai sensi dell'art. 65 del Codice dell'amministrazione digitale (D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82). La richiesta di qualificazione (istanza), le dichiarazioni ivi contenute e la documentazione prodotta costituiscono pertanto una "dichiarazione sostituiva di atto di notorietà" resa ai sensi dell'art. 47 del DPR n. 445/2000.
Il fornitore Cloud può trasmettere la richiesta di qualificazione direttamente oppure tramite soggetti terzi (ossia una società che opera in Italia in qualità di rappresentante, distributore commerciale, ecc.). In questi casi il soggetto richiedente assume il ruolo di "partner" del fornitore. La piattaforma richiede al soggetto partner di produrre un opportuno atto di delega che lo autorizzi ad agire in nome e per conto del fornitore ai sensi della normativa vigente.
Il conseguimento della qualificazione CSP e/o della qualificazione SaaS si perfeziona con la corretta acquisizione tramite la presente piattaforma dedicata della richiesta di qualificazione. L'Agenzia per l'Italia Digitale si riserva di effettuare tutte le verifiche necessarie in merito alle dichiarazioni e le informazioni fornite. I CSP e i servizi IaaS, PaaS e SaaS qualificati da AgID sono inseriti nel Cloud Marketplace.

Per richiedere assistenza nella compilazione delle istanze di qualificazione o chiarimenti sull'utilizzo della piattaforma è possibile scrivere una e-mail all'indirizzo qualificazione-cloud@agid.gov.it

Cloud Service Provider (servizi IaaS e PaaS)

Per accedere alla procedura di qualificazione CSP utilizzare il relativo pulsante presente in alto a destra in questa pagina.

La qualificazione CSP consente di erogare servizi IaaS e PaaS oppure di qualificare la propria infrastruttura Cloud affinchè possa essere impiegata quale infrastruttura di base (utilizzata direttamente oppure da parte di altri fornitori) per l'erogazione di servizi SaaS. La Circolare AgID n. 2/2018 definisce a tal proposito tre diverse tipologie per la qualificazione CSP:

  • Tipo A - per erogare servizi Cloud appartenenti alle classi IaaS e/o PaaS;
  • Tipo B - per ottenere l'abilitazione dell'infrastruttura Cloud ad erogare servizi SaaS (direttamente oppure rendendo utilizzabile la propria infrastruttura Cloud ad altri provider);
  • Tipo C - che comprende entrambe le prerogative previste nei punti precedenti.

La procedura guidata permette di includere fino a quattro servizi IaaS e fino a quattro servizi PaaS nella stessa richiesta di qualificazione. Nel caso in cui si rendesse necessario qualificare un numero maggiore di servizi, occorrerà trasmettere una ulteriore istanza di qualificazione da parte del medesimo soggetto. A tal fine sarà necessario ripetere la procedura di qualificazione a partire dal relativo pulsante presente in questa pagina. Il sistema propone una procedura guidata suddivisa nelle seguenti sezioni:

  • Sezione 1: Identificazione del soggetto richiedente e del fornitore
  • Sezione 2: Anagrafica del Fornitore
  • Sezione 3: Tipo di qualificazione
  • Sezione 4: Infrastruttura Cloud
  • Sezione 5: Descrizione dei Servizi IaaS (se presenti)
  • Sezione 6: Descrizione dei Servizi PaaS (se presenti)

Nelle Sezioni 4, 5 e 6 viene richiesto l'inserimento delle informazioni e la produzione della documentazione per come specificato nella sezione dedicata ai requisiti dell'Allegato A alla Circolare AgID n. 2/2018. Al fine di predisporre anzitempo tutte le informazioni puntuali da inserire nelle sezioni della procedura guidata implementata dalla piattaforma, è consigliabile consultare anche la scheda tecnica del servizio in appendice al medesimo Allegato A della Circolare e la tabella di riepilogo dei requisiti e degli adempimenti.

Qualificazione dei Servizi SaaS

La procedura di qualificazione dei servizi SaaS tramite la piattaforma dedicata sarà disponibile a seguito del conseguimento da parte degli interessati delle qualificazioni CSP, che sono prerequisito per la qualificazioni dei servizi SaaS (qualificazione CSP tipo B e tipo C)

Per ottenenere la qualificazione SaaS il fornitore deve aver precedentemente conseguito la qualificazione CSP per la propria infrastruttura Cloud. In alternativa, il fornitore SaaS può scegliere di erogare i propri servizi tramite un'infrastruttura Cloud già qualificata come CSP. A tal proposito gli verrà richiesto di dichiarare formalmente attraverso quale dei CSP qualificati i propri servizi SaaS verranno erogati.


La procedura di qualificazione dei servizi SaaS sarà disponibile a seguito del conseguimento da parte degli interessati delle qualificazioni CSP, che sono prerequisito per la qualificazioni dei servizi SaaS (qualificazione CSP tipo B e tipo C)