/docs beta

Conformità legislativa

Il servizio SaaS deve rispettate le norme vigenti riguardanti la sicurezza e la riservatezza dei dati, anche in considerazione del fatto che il servizio prevede l’utilizzo di risorse di calcolo e di storage di tipo Cloud che non sono sotto il diretto e completo controllo dell’Acquirente.

Per consentire all’Acquirente di venire a conoscenza e valutare potenziali incompatibilità o restrizioni legislative, il Fornitore SaaS deve rendere noti gli eventuali Stati esteri in cui sono dislocati i data center, propri e/o dell’infrastruttura Cloud utilizzata, e tramite i quali verrà erogato anche parzialmente il servizio e/o all’interno dei quali transiteranno anche temporaneamente i dati gestiti dal servizio.

Dettaglio dei requisiti di conformità legislativa.

RCL1 - Il Fornitore SaaS specifica per quali aspetti il servizio SaaS è conforme agli obblighi e agli adempimenti previsti dalla normativa europea e italiana in materia di protezione dei dati personali.

RCL2 - Il Fornitore SaaS rende nota la localizzazione dei data center propri e dell’infrastruttura Cloud utilizzata per erogare anche parzialmente il servizio e/o all’interno dei quali transitano anche temporaneamente i dati gestiti dal servizio (ivi compresi i siti di disaster recovery e di backup), specificando quando la localizzazione sia all’interno del territorio nazionale, all’interno della UE o extra UE.

RCL3 - Il Fornitore SaaS, in caso di localizzazione dei data center in territorio extra UE, dichiara l’eventuale applicabilità di accordi bilaterali (ad es. Privacy Shield EU-USA, ecc.) volti alla salvaguardia dei dati elaborati, conservati ed a vario titolo gestiti per erogare il servizio.

Downloads
pdf
htmlzip
epub
torna all'inizio dei contenuti