/docs beta

Introduzione

Il presente documento definisce nel dettaglio i requisiti, di cui all’art. 3 della Circolare, che il Fornitore Cloud e le soluzioni IaaS/PaaS da esso proposte devono rispettare per ottenere la qualificazione da parte di AgID quale "CSP qualificato per il Cloud della PA". Nella richiesta di qualificazione il Fornitore Cloud può includere uno o più servizi Cloud. Resta inteso che tutti i servizi per i quali è stata fatta richiesta di qualificazione devono possedere i requisiti di cui al presente allegato e dovranno essere conformi alla vigente disciplina nazionale e europea in materia di protezione dei dati personali (regolamento GDPR - General Data Protection Regulation - Regolamento UE 2016/679).

Vengono qualificati quei Cloud Service Provider che intendono offrire alla Pubblica Amministrazione uno o più servizi Cloud appartenenti alle seguenti categorie:

  • IaaS
  • PaaS

La procedura di qualificazione inizia con la richiesta da parte del Fornitore Cloud o un suo Partner e procede per mezzo di verifiche amministrative e documentali descritte nel presente allegato.

Sono individuati i seguenti soggetti come attori del processo di qualificazione:

  • Fornitore Cloud o CSP, che fornisce, gestisce e amministra i servizi Cloud infrastrutturali di tipologia IaaS e/o PaaS, che sono oggetto della qualificazione;
  • Acquirente o CSC, PA che acquisisce e/o utilizza i servizi Cloud in maniera diretta o indiretta mediante l’acquisto di soluzioni SaaS di terzi o dello stesso Fornitore Cloud.
  • Partner o CSN, è un soggetto terzo che può svolgere attività di supporto e/o di consulenza per conto del CSP o del CSC. Qualora il partner agisse per conto del Fornitore Cloud per mezzo di opportuna delega e dandone visibilità, può richiedere la qualificazione per conto del CSP.
  • AgID o Agenzia, Agenzia per l’Italia Digitale in qualità di soggetto responsabile della procedura di qualificazione.
Downloads
pdf
htmlzip
epub
torna all'inizio dei contenuti